S.o.S Cani: cosa fare quando cambia il pelo

pelo-cani

pelo-caniIl nostro amico a 4 zampe è abituato a correre felice nel giardino. Eppure, quando rientra in casa, ci accorgiamo di un terribile problema: il nostro cane perde i peli! Ecco come sopravvivere a questo, terribile, inconveniente! Ovviamente, quando sono all’aperto non ce ne rendiamo conto proprio perchè sono fuori. Tuttavia, in casa sembra di vedere solo peli: il rinnovamento dei peli del cane può continuare tutto l’anno.

Il pelo, infatti, cambia aspetto: da quello lanuginoso del periodo invernale, lo vediamo trasformarsi in rado e sottile d’estate. In realtà, esiste una sola soluzione per far fronte a questo problema: iniziare a spazzolarlo fin da piccolo. Questa pratica dovrebbe avvenire almeno una volta al giorno, e la spazzola utilizzata non deve essere troppo dura, altrimenti si rischia di fargli del male.

Solitamente, si consigliano qulle con le setole, oppure i guanti che si acquistano nei negozi specializzati. Mentre spazzoliamo il nostro cane, è bene controllare che la perdita sia uniforme ed omogenea: se riscontriamo abrasioni o chiazze è bene rivolgersi subito ad un veterinario per un controllo immediato.

Infine, per contenere la perdita di pelo possiamo utilizzare degli integratori vitaminici, e  acidi grassi essenziali: questi aiutano, e regolano, la caduta del pelo. Per inserirli nell’alimentazione del nostro cane, possiamo mescolarli nella pappa insieme all’olio di semi di lino.

In alternativa (ovvero se il vostro cane non ne vuole proprio sapere di assaggiarli) potete sempre rivolgervi al vostro veterinario di fiducia e farvi consigliare degli integratori adeguati. Il problema, però, è facilmente risolvibile: sono necessari una buona dose di pazienza, e un buon veterinario.

Il vostro amico a 4 zampe vi ringrazierà,e  siamo certi che nel giro di poco tempo vedrete i risultati: date, quindi, l’addio ai peli lasciati in giro per casa! Fido, da oggi, potrà stare vicino al divano senza la paura di dover passare subito l’aspirapolvere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *