La stampa 3D sbarca in edicola

stampa 3d

stampa 3dSi parla ancora molto poco di Stampa 3D in Italia ma ogni giorno che passa viene fatto un passo in avanti per migliorare la diffusione di questa rivoluzionaria tecnologia.

Poco tempo fa è stato il caso di “Costruisci la tua stampante 3D”, il primo progetto che riguarda la Stampa 3D ad approdare nelle edicole.

Grazie alla collaborazione tra Hachette e Sharebot è nato il progetto “Costruisci la tua stampante 3D” che attraverso 76 fascicoli avrà il ruolo di rendere alla portata di tutto informazioni al momento sconosciute ai più.

Oltre a conoscere le basi della Stampa 3D, con questo progetto riuscirai a costruire la tua prima stampante 3D tutta Made in Italy e chiamata “Rappy” 3D printer.

Con l’acquisto in edicola dell’intero pacchetto di fascicoli riuscirai a conoscere tutto quello che c’è da sapere sulla stampa 3D: dai seminari online ai video dimostrativi, dai tutorial su tecniche di stampa e software ai download esclusivi per gli iscritti.

In ogni caso il corso di suddivide in 3 categorie:

Corso Base: Per imparare a conoscere le potenzialità, le modalità, le diverse fasi del processo di stampa in 3D, a partire dal download di un progetto già pronto per la stampa, fino all’uso dei diversi software.


Corso Intermedio: Per apprendere ad installare i programmi per la stampa, a muoverti nello spazio tridimensionale dei progetti, ad usare l’interfaccia e a creare e trasformare i solidi per realizzare qualsiasi oggetto tridimensionale.


Corso Avanzato: Per perfezionare le capacità di progettazione e modellazione e creare oggetti originali e

personalizzarli. Alla fine del corso si potranno gestire software evoluti quali TinkerCAD, grazie al

quale modellare completamente forme complesse, importare forme 2D da estrudere o modelli 3D

STL da modificare e ritoccare.

“Costruisci la tua stampante 3D” sarà il tuo primo corso sulla Stampa 3D e riuscirà sicuramente a farti capire le enormi potenzialità che questa tecnologia potrà avere in futuro sia sui processi di produzione industriali sia nella vita di tutti i giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *