Come prevenire gli scarafaggi?

blattodea

blattodeaE’ necessario adottare una pratica di prevenzione di fronte al rischio di infestazione da blatte, perché se sottovalutiamo il problema, ci ritroveremo invasi da queste bestiole immonde e disgustose.

Il problema ed il rischio delle blatte è legato anche ad una condizione igienica che può avere ripercussioni sulla salute di chi vive nell’ambiente infestato di blatte. Conosciamo le blatte anche col nome di scarafaggi, che rappresentano una specie fra le diverse note in Italia; e sono comunque insetti che possono essere portatori di malattie e batteri patogeni.

Sono circa 3500 le specie di blatte esistenti, ma fra queste 400 sono presenti in Italia e fra le specie dannose per l’uomo si riconosce, appunto, lo scarafaggio comune, o anche ‘Blatta orientalis’, che vive in ambienti freschi; la blatta grigia o Blattella germanica che si trova più che altro in ambienti caldi e umidi, e il grande scarafaggio americano – la Periplaneta americana – che vive sia in ambienti umidi, caldi che freschi.

I luoghi prediletti dalle blatte sono i depositi della spazzatura, le cucine, i panifici, i forni, o altri luoghi dove si trovano sorgenti di calore. Non si manifestano nelle ore diurne, perché non amano, anzi rifuggono la luce, quindi escono durante le ore notturne cercando riparo e rifugio dietro gli armadi o nelle fessure dei muri.

Possiamo ricorrere a servizi professionali per liberarci della presenza infausta di questi sporchi e orrendi insetti, potete prendere informazioni in questa pagina dedicata alla disinfestazione da blatte: http://www.disinfestazioni.napoli.it/servizi/disinfestazioni-blatte-a-napoli/

E’ sempre bene, tuttavia, prevenire la presenza e la possibile crociata di blatte, per dormire sonni sereni…fino a prova contraria!

 

I consigli per prevenire gli scarafaggi

Possono essere azioni derivate dal buon senso oppure scoperte che facciamo solo ora mentre leggiamo, ma non perché non si pulisca opportunamente, ma perché alcune volte ci si impigrisce di fronte al bisogno di mantenere un livello alto di igiene. Non ci si deve limitare a pulire superficialmente, ma si deve andare a fondo alla ricerca dell’angolo sporco, che potrebbe essere il viatico per l’ingresso delle blatte.

Vediamo i consigli da seguire per tenere lontane le blatte:

  1. La spazzatura deve essere mantenuta in appositi sacchi ermeticamente chiusi e gettala spesso, anche ogni tre giorni.
  2. Elimina eventuali resti di cibo che possono finire sul pavimento. Possono essere tesoro per le blatte.
  3. Se in casa vivono animali domestici, è bene lasciar fuori il loro cibo durante la notte.
  4. Attenzione a non lasciare recipienti con acqua dentro in giro, l’umido attrae le blatte.
  5. Provvedi a riparare le tubature ed i rubinetti gocciolanti, e ogni altra perdita delle tubature.
  6. Metti filtri in ogni scarico, in docce, lavandini, etc… per impedire l’ingresso di eventuali scarafaggi.
  7. Riempi le crepe delle pareti, del pavimento o dei mobili. Non accumulare giornali, scatole, cartacce…sono solo ottimi nascondigli.
  8. Assicurati che porte e finestre si chiudano correttamente e che non abbiano buchi attraverso i quali le immonde bestie possono introdursi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *