Batteria auto, ecco quando si deve necessariamente cambiare

1 batteria-moto-scooter-12v-cariche-secche-con-fiala-predosata-bosch-6ah-ytx7a-4Chi ha appena acquistato l’auto nuova non ha di questi problemi, ma senza ombra di dubbio, dopo qualche anno di usura un po’ tutti potrebbero dover affrontare uno dei problemi più classici, ovvero quella della sostituzione della batteria auto. Accorgersene è molto semplice: è sufficiente girare le chiavi nell’auto e non notare come la macchina non parta in alcun modo. Zero rumori, le luci non si accendono, così come le spie relative ai diversi strumenti. Insomma, il vuoto cosmico che può far pensare solamente ad una causa: si è scaricata la batteria.

È bene sottolineare, però, come ci siano alcuni segnali che permettono di capire come la batteria dell’auto “ci sta lasciando”. Saperli cogliere in tempo è fondamentale, altrimenti il rischio che si corre è quello di rimanere a piedi da qualche parte e di dover chiamare il proprio meccanico di fiducia oppure il carro attrezzi. Per la sostituzione della batteria auto, inoltre, si spendono sempre tanti soldi, soprattutto per via del fatto che ci si affida alle persone sbagliate. Sì, perché ad esempio sul web sono sempre di più le piattaforme, come ad esempio Ricambialo.com, che mettono a disposizione la possibilità di acquistare in modo rapido e semplice non solamente le batterie per l’auto, ma ogni tipo di ricambio sia necessario.

In ogni caso, capire quando la batteria dell’auto deve essere sostituita è possibile. Ad esempio, deve essere cambiata nel momento in cui la tensione della stessa, con il motore ovviamente spento, è al di sotto della soglia pari a 12.4V. Per controllare tale valore è sufficiente collegare un voltmetro alla batteria. Un altro buon modo di capire quando la batteria auto deve essere cambiata è certamente di notare come, in avviamento, la tensione rimane al di sotto degli 11V. Anche se nessun sintomo dovesse verificarsi nel corso degli ultimi tempi, la sostituzione di tale elemento dell’auto deve avvenire ogni 4-5 anni di default. Infatti, l’usura del tempo può essere particolarmente insidiosa, dal momento che porta al deterioramento degli elementi interni e comportare un cedimento improvviso della batteria.

Ci sono alcuni accorgimenti che possono tornare molto utili per evitare che la batteria della propria vettura si possa scaricare troppo in fretta. Ad esempio, è sempre meglio verificare in modo costante lo stato della propria batteria, quantomeno due volte all’anno. Come? È tutto molto semplice, dal momento che è sufficiente utilizzare un normalissimo tester da elettricista. Se non si è grado di farlo in maniera autonoma, si può sempre fare affidamento sul proprio meccanico, che ci metterà pochi minuti per svolgere tale controllo.

Un altro consiglio, questo particolarmente noto, è quello di evitare di lasciare i fari accesi quando l’auto è spenta. Stesso discorso anche per chi ascolta la radio per troppo tempo quando l’auto è spenta: in entrambi i casi si tratta di due situazioni che portano spesso e volentieri allo scaricarsi repentino della batteria, inoltre, prima di accendere la vettura, è sempre meglio attenere che le spie che sono presenti all’interno del quadro si spengano del tutto, evitando che si possano creare dei danni al motorino di accensione, ma anche alla batteria.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *