I “falsi miti” sul corpo umano: ecco cosa c’è da sapere

falsi mitiIl corpo umano è fatto di liquidi. Sappiamo bene questa semplice “regola di base”. Eppure, molto spesso ci lasciamo traviare dai famosi “falsi miti”, ovvero da quelle notizie date sulle funzioni del corpo umano false, ma a cui noi crediamo. Vediamo quali sono.

Una delle prime cose che, da piccoli, ci hanno insegnato riguardava il fatto di incrociare gli occhi: quante volte, la mamma, vi ha detto di non farlo perchè potevate restare così? Da oggi, questa “tesi” viene confutata in modo del tutto ufficiale dalla scienza.

E’ il professor Benjamin H. Ticho dell’Università dell’Illinois ad ammetterlo. Quest’ultimo ha spiegato che “semplicemente, non è vero”. Proprio come non è vero che leggere al buio vi rovinerà la vista. Il dottore americano ha ricordato che questa “abitudine” porta ad utilizzare una parte di retina meno adatta al buio, ma che ciò non influisce in modo assoluto sulla vista, e sulle sue funzioni.

E, sempre sulla vista, quante volte vi hanno detto (a casa, soprattutto) di mangiare le carote per migliorarla? Il professore Ticho ha spiegato che è falso, ma che sicuramente farà bene al vostro corpo…e alla linea!

Passiamo anche ai “falsi miti” riguardanti le mamme: molto spesso si dice che una donna in stato interessante, se ha la pancia alta aspetta un maschietto, mentre se è bassa una femminuccia. In realtà, questa spiegazione non ha basi scientifiche, e per questo non può essere presa sul serio.

Ed infine sfatiamo un mito riguardante la bellezza: quante volte vi hanno detto che se volete i capelli più lunghi li dovete tagliare spesso? A confutare questa tesi ci ha pensato il dottor. Joel Schlessinger, il quale ha ricordato che i capelli crescono allo stesso ritmo. Indimendentemente da quante volte decidiamo di tagliarli.

Insomma, tutti questi falsi miti ci hanno accompagnato per intere generazioni: da oggi, forse, diventeranno solo bellissime storie da raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *