Come creare un grafico dei prezzi

I trader per tanto tempo hanno percorso l’abitudine di creare i grafici tecnici a mano. Oggi, tuttavia e fortunatamente, molti grafici ultra professionali sono facilmente disponibili all’interno di una vasta gamma di alternative, come quelle offline nel proprio computer mediante software facili da usare, oppure mediante siti Internet accessibili anche gratuitamente, e così via.

Nonostante ciò, potrebbe ancora essere utile desiderare di creare grafici a mano, ed è altresì qualcosa che vi incoraggiamo a fare – almeno per un po’ di tempo – per poter comprendere come vengono strutturati i grafici in modo automatico.

D’altronde, fare i propri grafici è facile, ed è un ottimo modo per scoprire i concetti di cartografia, oltre ad essere un modo eccellente per farsi un’idea dei mercati.

Un grafico dei prezzi delle azioni ha delle caratteristiche simili ad altri grafici con cui probabilmente troverete una buona familiarità. Questi tipi di grafici sono generalmente costituiti da due tipi di dati, uno è sull’asse orizzontale, e rappresenta il tempo, mentre l’altro è sull’asse verticale, e rappresenta il prezzo. Di norma, in un grafico di prezzi azionari, i prezzi più attuali sono mostrati sul lato destro del grafico, e lo stesso vale per i segnali di trading più recenti.

Detto ciò, provate a costruire un grafico semplice, soprattutto se non avete pregressa esperienza di mercati finanziari e di investimenti. Vi aiuterà a comprendere meglio come funzionano i grafici tecnici predisposti dal vostro broker, e vi darà maggiori informazioni man mano che andrete a costruire l’evoluzione della linea di dati…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *