Controllare l’affidabilità di clienti e fornitori: ecco come

azienda

aziendaLa realtà personale non è poi tanto diversa da quella professionale, così come è vero il contrario. Una dimostrazione di questo dato la rinveniamo nel fatto che ogni giorno entriamo in contatto con persone o aziende di diverso tipo, ma quasi mai abbiamo una reale certezza della loro serietà, della loro affidabilità, dell’onestà riposta nei nostri stessi confronti.

Per questa ragione dobbiamo trovare un modo affinché ci si possa tutelare da soggetti che nella realtà dei fatti sono tutto fuorché affidabili: se in termini di relazioni personali questa sorta di indagine è pressoché impossibile, per quel che riguarda la natura professionale delle relazioni qualcosa la si può pure fare.

Mettiamo il caso che un cliente o un fornitore non ci ispirino particolare fiducia. A questo punto cosa fare? Innanzitutto dobbiamo procedere al controllo partita iva così da iniziare a valutare la reale esistenza di quell’attività professionale e, cosa ancora più importante, la ragione sociale alla quale è stata intestata.

In secondo luogo possiamo procedere effettuando un’indagine in via del tutto autonoma servendoci di quei registri e di quegli enti che raccolgono informazioni utilizzabili da chiunque. Ma se preferiamo andare nel dettaglio delle cose, ma soprattutto, godere di informazioni che arrivino rapide a nostra conoscenza possiamo chiedere supporto a quegli studi professionali che operano proprio su questo segmento di mercato. Queste agenzie hanno tutti gli strumenti necessari per risalire alla reale serietà di una data persona o di una determinata azienda, cosicché possano conoscerne il grado di solvibilità, la puntualità nella cessione di determinate prestazioni, la credibilità dei soggetti che rivestono un ruolo determinante in ambito aziendale e via dicendo.

Questi studi professionali hanno quindi la capacità di fornire un rating ben preciso su richiesta dei clienti che chiedono supporto. Ma non dimentichiamo che un semplice controllo partita iva può esser fatto anche da noi stessi tramite la pagina ad hoc messa a nostra disposizione dal sito web dell’Agenzia delle Entrate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *