Sterlina chiude settimana al rialzo

maialino-denaro

maialino-denaroLa sterlina britannica ha chiuso la settimana passata al rialzo, da 1,23 a 1,27 GBP/USD, sulla spinta delle recenti dichiarazioni del ministro preposto a Brexit, David Davis, che ha detto esplicitamente di voler garantire le migliori condizioni possibili di accesso al mercato unico. La sterlina si è rafforzata anche contro euro, da 0,85 a 0,83 EUR/GBP. Le dichiarazioni di Davis aprono infatti le porte a un atteggiamento più flessibile verso una soft Brexit, con uno scenario certamente più gradito agli investitori e agli analisti.

Ad ogni modo, sul tema Brexit questa settimana si attende, tra oggi e giovedì, la sentenza finale della Corte Suprema sul soggetto competente – governo o parlamento – ad attivare e gestire l’iter di Brexit. Se il verdetto confermerà quello dell’Alta Corte, che aveva dichiarato competente in merito il Parlamento, la sterlina dovrebbe consolidare ulteriormente, visto e considerato che una presenza del Parlamento quale parte attiva nel processo di uscita dell’area dall’UE dovrebbe permettere una negoziazione più morbida rispetto a quella che avrebbe condotto in via esclusiva il governo guidato da Theresa May. Sul fronte dati usciranno oggi il PMI servizi, atteso in leggero calo, la produzione industriale mercoledì, attesa invece in recupero, e i dati di bilancia commerciale venerdì, attesi anch’essi in miglioramento.

Per quanto attiene infine lo yen, la valuta giapponese ha chiuso la settimana passata in ulteriore calo, da 111 a 114 USD/JPY. Dopo un rimbalzo fino in area 112 USD/JPY in risposta all’esito del referendum italiano è già rientrato in area 114 USD/JPY. In assenza di novità dagli USA le resistenze chiave in area 115 USD/JPY dovrebbero confermarsi tali. Tuttavia, i rischi per lo yen rimangono verso il basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *