Mastercard archivia trimestre con utili oltre le attese

Mastercard, uno dei più noti operatori nel settore del network di pagamenti mediante carte di credito, ha chiuso il primo trimestre dell’anno con un utile superiore a quelle che erano le principali attese degli analisti finanziari, e con un fatturato in linea alle previsioni formulate dagli stessi osservatori.

Più nel dettaglio, la società ha ammesso di aver chiuso il primo trimestre dell’anno conseguendo un utile che è risultato essere superiore alle attese dei principali analisti, forte di uno sviluppo del 9 per cento a quota 1,1 miliardi di dollari, pari a un utile per azione rettificato di 1,01 dollari per azione, rispetto ai 95 centesimi per azione che erano stati precedentemente stimati dagli analisti.

Risalendo le righe di conto economico, e occupandoci della marginalità, è emerso come l’utile operativo sia cresciuto del 12 per cento a 1,5 miliardi di dollari e i ricavi hanno raggiunto i 2,73 miliardi di dollari, in aumento del 12,5 per cento rispetto all’analogo periodo del 2016 pressoché in linea con le attese di 2,65 miliardi di dollari.

Positivi sono inoltre i dati legati al volume di utilizzo delle carte di pagamento, che nel periodo è aumentato del 9 per cento. Nel primo trimestre il gruppo ha riacquistato 9 milioni di azioni proprie per 1 miliardi di dollari.

Per quanto concerne il futuro a breve e a medio termine di Mastercard, la società si attende una ulteriore crescita commerciale e di giro d’affari, compatibilmente con l’incremento dell’intero settore. Vedremo dunque nel corso del secondo trimestre se effettivamente gli auspici del management societario riusciranno ad essere confermate, o se si andrà incontro a un riallineamento dei risultati su più miti consigli, soprattutto in termini di una marginalità che può mostrare ancora delle evidenti aree di positivo sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *