Prestiti d’onore: In cosa consistono?

images (6)
Sicuramente avrete sentito parlare anche solo una volta dei prestiti d’onore, una categoria finanziaria poco conosciuta e considerata fino ad ora. Possiamo pensare a questa forma di finanziamento come a una risorsa dedicata a chi desidera fare impresa, i giovani che si stanno rimboccando le maniche creandosi una piccola attività o hanno deciso di mettersi in proprio, possono ricevere delle agevolazioni finanziarie.
Secondo la legge numero 608, il prestito d’onore è stato integrato per la prima volta nel 1996 ed è uno strumento, appositamente dedicato per mettere a disposizione delle agevolazioni per piccoli imprenditori, infatti, i prestiti d’onore sono indirizzati ai giovani e comprendono un finanziamento che comprende il 60% di capitale concesso a fondo perduto, il resta viene rilasciato come un comune prestito da restituire a tasso agevolato.
La motivazione del prestito d’onore? Abbattere la disoccupazione e favorire l’auto imprenditoria, aiutando i giovani nei percorsi di formazioni universitario o professionale.

I requisiti per richiedere il prestito d’onore

Per richiedere il prestito d’onore è necessario:
– Essere maggiorenni
– Non lavorare da almeno sei mesi
– Avere la residenza nelle zone coperte dalla agevolazioni
– Creare una micro impresa
– Diventare lavoratori autonomi
– Aprire un’attività di franchising

Dopo aver inviato la domanda, servono 60 giorni dalla ricezione per la preparazione dell’istruttoria del prestito e ottenere il finanziamento. Inoltre dovrete frequentare dei seminari informativi gestiti dalla InvItalia.
Hanno quindi la possibilità di richiedere un prestito d’onore anche i lavoratori autonomi che desiderano creare una ditta individuale, gli investimenti possono avere un importo di 25.823,00 euro Solitamente le persone che si mettono in proprio, richiedono importi non superiori a 5,000,00 euro per attrezzature, impianti, macchinari e allacciamenti di vario tipo.
Per avere tutte le informazioni relative ai prestiti d’onore, potete visitare il sito web di Invitalia per ottenere tutti i dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *