Previsioni neutrali per il futuro dei metalli preziosi

Gli analisti di mercato sembrano essere particolarmente neutrali nell’assumere posizione sul comparto dei metalli preziosi. Per quanto concerne l’influenza che arriva dalla dinamica dei tassi, la svolta rialzista di alcune Banche centrali, fra cui la Federal Reserve (che nel corso del 2017 ha mosso i fed funds con cautela e gradualità), unita alla bassa inflazione del momento (diffusamente al di sotto dei target), difficilmente spingerà infatti gli investimenti in metalli preziosi, mentre – di contro – non sono invece da escludere performance maggiormente positive di argento, legato non all’uso consumer, bensì a quello industriale, legato a elettronica e fotovoltaico, e del palladio (utilizzato nel settore auto), elementi che sono evidentemente più correlati alla domanda industriale.

Peraltro, si noti come allo scenario di fondo si sta sommando anche l’ulteriore elemento legato alla persistente debolezza dei fondamentali nel loro insieme, che difficilmente genereranno una spinta rialzista per il comparto anche nella prima parte del 2018.

Insomma, in attesa del ritorno dell’inflazione (che è in ripresa, ma non così come probabilmente vorrebbe la maggior parte dei macro economisti), gli operatori sembrano orientarsi su scelte di investimento più rischiose rispetto ai metalli preziosi, che generino maggiori guadagni ma anche rapidità nella liquidazione della posizione. Il ritorno a un periodo di forte avversione al rischio potrebbe scombinare le carte in tavola, ma al momento è evidentemente prematuro poter arrivare a un tale scenario.

Ne consegue che per gli analisti per il momento l’outlook rimane neutrale, e che potrà mutare solo in caso di un imprevisto surriscaldamento della dinamica dei prezzi, che è probabile debba passare per un recupero supplementare delle quotazioni del petrolio.
Dunque, per il momento posizioni attendiste e laterali, da rivalutarsi nel caso di variazione dei fondamentali di riferimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi