Alla scoperta di Energy Observer, il catamarano più green del mondo

È possibile nel 2017 navigare per mare senza usare nemmeno una goccia di carburante? Sì, se a salpare è Energy Observer, un catamarano a propulsione di idrogeno pronto a compiere il giro del mondo sfruttando la sola energia fornita dalla natura.

L’imbarcazione salperà in aprile dal porto di Saint-Malò in Bretagna, per toccare in 6 anni ben 50 paesi e 101 porti; dal Mediterraneo al Mare del Nord, dall’Oceano Atlantico, attraversando il canale di Panama, solcherà il Pacifico, fino a raggiungere Oceania, Asia, Africa e i paesi mediorientali.

Un progetto ambizioso quello di Energy Observer, voluto dall’istituto di ricerca Cea-Liten, dalla fondazione ambientalista di Nicolas Hulot e dall’Unesco per dimostrare che vivere e muoversi nel mondo senza utilizzare fonti inquinanti è possibile ed è già realtà.

L’equipaggio del catamarano dovrà certamente essere fornito dei migliori accessori per la nautica per affrontare una missione così lunga e complessa. Chi naviga per mare sa come sia fondamentale possedere l’abbigliamento giusto e disporre di tutto il materiale necessario per affrontare ogni situazione, emergenze comprese. Per questo esistono aziende come Sailor Market, pronte a fornire un ricco catalogo online di prodotti per la navigazione; dalla sicurezza alla coperta, dagli impianti elettrici a quelli idraulici: sul sito di Sailor Market non c’è niente che non possa essere acquistato per rendere la propria barca accogliente e pronta ad affrontare il mare in tutta tranquillità.

Appurato che i marinai del catamarano più ecologico del mondo saranno attrezzati di tutto il necessario, quale sarà, invece, l’equipaggiamento di Energy Observer? Per navigare questo colosso di 31 metri di lunghezza si avvale di 130 metri quadrati di pannelli solari, due pale eoliche verticali e di un sistema di dissalazione dell’acqua, che, tramite elettrolisi, produce idrogeno. Nemmeno in cucina si parlerà di inquinamento: il gas è, infatti, stato abolito in favore di piastre in vetroceramica, così da rendere la barca a emissioni 0 in tutto e per tutto.

La sfida di produrre a basso costo idrogeno senza avvalersi di alcun tipo di combustibile fossile e navigare con la sola energia prodotta dal mare è aperta, ma siamo certi che le 50 persone attualmente occupate sul progetto ne usciranno vincitrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *