Auto con pedana per disabili: differenze tra sistemi manuali e automatici

Una delle maggiori difficoltà che si incontrano durante l’assistenza di un disabile, è il trasporto. I problemi aumentano in caso di soggetti costretti a muoversi a bordo di una carrozzina. Per assicurare un viaggio confortevole è necessario disporre di veicoli con speciali allestimenti, in modo da consentire l’accesso al mezzo con facilità.

Auto per disabili: l’utilizzo della pedana

L’auto con pedana per disabili è la soluzione utilizzata con maggior frequenza, in special modo in presenza di persone con ridotte o impedite capacità motorie. Il veicolo viene acquistato oppure modificato successivamente, prevedendo una rampa per permettere le operazioni di salita e discesa dal mezzo. Normalmente consente l’accesso dalla parte posteriore del veicolo ma in alcuni casi anche lateralmente.

Il sistema è costituito da una pedana che può essere di tipo manuale oppure a movimentazione automatica. Nel primo caso l’assistente dovrà posizionare la rampa in modo da fornire un comodo ingresso sul mezzo di trasporto. Sono pedane di tipo telescopico o pieghevole dotate di meccanismo di bloccaggio, barriere laterali e realizzate con materiali leggeri ma nello stesso tempo molto resistenti. Un modello manuale offre i vantaggi di poterlo facilmente posizionare e togliere, si ripiega e occupa poco spazio assicurando la massima versatilità e praticità d’uso. Se da una parte il disabile può salire e scendere in completa autonomia, dall’altra deve però dipendere da una persona per il posizionamento e la rimozione della rampa. La pedana manuale è un metodo che assicura buone funzionalit&a
grave;</ strong> e costi molto contenuti.

I sistemi automatici sono invece soluzioni decisamente più dispendiose che possono essere utilizzate anche autonomamente dal disabile senza l’aiuto di un assistente. La movimentazione della pedana è assicurata dal lavoro di due o più cilindri a comando elettroidraulico che provvedono a estrarre la rampa, sollevare la carrozzina e trasportarla all’interno del mezzo. Il tutto viene manovrato sia da un telecomando che da un pannello di controllo installato sulla plancia del veicolo e gestito dall’eventuale assistente o conducente. Le soluzioni sono innumerevoli in base alla tipologia del mezzo di trasporto (auto, minivan, minibus, ecc.) e possono essere allestite sia nella porta laterale che in quella posteriore. A prescindere dai modelli, tutti i sistemi garantiscono la massima sicurezza, con la presenza di spondine ad a
zionamen
to automatico
, maniglie laterali, luci per illuminare perfettamente la zona al buio e pedana con superficie antiscivolo.

Come risparmiare con le agevolazioni fiscali

Un’auto con pedana per disabili ha dei costi che variano a seconda se si acquista un veicolo nuovo già allestito o si decide di modificare una normale vettura già in possesso. In entrambi i casi il disabile con reddito o il familiare che lo assiste possono godere di diverse agevolazioni fiscali. La prima è una detrazione IRPEF del 19% per spese fino a 18.075,99 euro, valida se il mezzo viene tenuto per un minimo di 2 anni. Nel caso di vendita prima di tale termine si deve restituire la detrazione. Il limite temporale non ha valore se il veicolo viene rubato o sostituito a causa di un guasto o sopravvenute necessità (ad esempio l’aggravarsi delle condizioni del disabile). La seconda detrazione riguarda l’aliquota IVA che scende dal 22% al 4%</stro ng> con
gli stessi limiti temporali previsti per la detrazione IRPEF. In aggiunta c’è anche l’esenzione di pagamento per il bollo auto e per l’imposta in caso di passaggio di proprietà.

I benefici fiscali riguardano tutti i disabili regolarmente accertati con disturbi sia di carattere psichico-mentale che fisico (cecità, sordità, pluriamputazioni, ridotte o gravi capacità motorie). Per quanto riguarda le categorie di veicoli, rientrano tutti i mezzi di trasporto con al massimo 9 posti a sedere compreso il conducente, con la sola esclusione delle così dette minicar: piccole auto che non necessitano di patente.

A chi rivolgersi per installare una pedana

Dovendo allestire un‘auto con pedana per disabili, è necessario rivolgersi ad aziende specializzate come Olmedo Spa. Si tratta di una società che opera nel settore da ormai oltre 70 anni, accumulando esperienza e il know how necessario per risolvere qualsiasi situazione. Tecnici altamente specializzati potranno valutare le varie necessità e consigliare un allestimento adeguato per soddisfare ogni esigenza. Nelle officine della sede o dei vari concessionari sparsi sul territorio, verrà eventualmente eseguito l’intervento di modifica della vettura. Se questo non fosse possibile si può decidere di sfruttare l’efficiente servizio di vendita di Olmedo Spa che mette a disposizione una serie di veicoli nuovi in pronta consegna e di vetture usate. Tut
ti mezzi
controllati, verificati e certificati per assicurare al cliente sempre massime prestazioni e un trasporto sicuro e confortevole.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi