E’ possibile prendere un prestito senza busta paga?

prestito

Per accedere ad un prestito, la busta paga è la garanzia che una persona può esibire per assicurare di avere le capacità economiche necessarie alla restituzione del soldi ottenuti dall’istituto di credito. In assenza dei requisiti necessari, il garante è la persona che rappresenta la ‘garanzia’ della restituzione, e la banca tiene in considerazione la presenza del garante come anche della busta paga.

Alla domanda se “è possibile prendere un prestito senza busta paga”, sappiate che vi sono delle possibilità per chi è non ha né la busta paga né un garante.

L’assenza della busta paga può anche essere sopperita dalla presenza di altri redditi diversi, percepiti da lavori autonomi e da professionisti, o da diverse fonti dimostrabili di redditi, da affitti e rendite.

Prestiti senza busta paga per chi non ha un reddito o uno stipendio

I prestiti senza busta paga sono un problema per molte persone, dai ragazzi giovani senza lavoro, che potrebbero aver bisogno di un prestito, e che non vogliono rivolgersi ai genitori per ottenerlo. Per quanto riguarda gli studenti, che avrebbero bisogno di soldi per proseguire gli studi, le banche e gli atenei hanno reso possibile il prestito d’onore destinato agli studenti meritevoli.
Il progetto prevede piani di rimborso per periodi che vanno dai 6 fino ai 36 mesi.

E per chi non è studente? Se non si ha un reddito dimostrabile, esiste la soluzione del prestito cambializzato o con pegno, che si basano sulle garanzie offerte.


Un’alternativa sono anche i prestiti con la garanzia di immobili, ma si tratta di soluzioni molto limitate, ad esempio sono esclusi gli immobili che risultano come prima casa, se non c’è anche un reddito dimostrabile.

Per i lavoratori a tempo determinato, che hanno una busta paga, ma la cui garanzia reddituale è limitata nel tempo, i prestiti concessi prestiti sono vincolati alla durata del contratto di lavoro. Gli importi erogati da queste forme di prestito non superano i 5.000 euro.


Per quanto riguarda il costo del finanziamento, i tassi applicati sono spesso convenienti e non sono previste le spese amministrative e relative all’ istruttoria.
L’intervento del garante è necessario in presenza di importi elevati e di più lunga durata.

Per i cattivi pagatori è possibile ottenere un finanziamento ricorrendo al prestito con cambiale, così che in caso di mancato pagamento la società finanziaria o la banca erogatrice potrà ottenere indietro il denaro prestato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *