Virus Zika, oltre mille casi anche in Europa

bug-1278235_960_720Secondo quanto afferma una ricerca condotta dall’Ecdc, in Europa i casi di contagio dal virus Zika sarebbero oltre mille. Un dato di partenza già di per se piuttosto interessante, e che servirà a monitorare la progressione nella diffusione del virus, derivante dai Giochi Olimpici che si terranno a Rio de Janeiro, in Brasile, a partire dal 5 agosto. Gli esperti desiderano infatti comprendere se a margine dell’evento olimpico possa esservi un picco di contagi, legato al “ritorno” in patria di atleti, turisti, e altre persone che potrebbero aver subito la contrazione del virus.

In particolare, il centro afferma che sono 1.048 i casi documentati di Zika in 18 diversi Paesi dell’Unione Europea, con una particolare incidenza in Francia, Paese che ha riscontrato 616 casi, seguita dall’Olanda con 63 casi e dall’Italia con 52 casi. Solamente nel 4 per cento dei casi ad essere stata infettata era una donna incinta. Ben il 99,2 per cento dei contagiati avrebbe contratto il virus viaggiando nei Paesi di provenienza del virus, mentre solamente lo 0,8 per cento avrebbe subito la contrazione del virus in seguito a un rapporto sessuale.

Ma che fare in caso di viaggio in Brasile e in altri territori colpiti dal virus? “I viaggiatori che tornano da aree con una trasmissione in corso – ricorda l’Ecdc -, dovrebbero usare il preservativo per almeno 8 settimane dopo il rientro. Se in questo periodo si manifestano i sintomi di Zika si dovrebbero considerare l’astinenza o il sesso sicuro per almeno sei mesi”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *