Visitare Perugia a Pasqua, la top ten dei luoghi più belli

perugia

perugiaSiete ancora indecisi su cosa fare a Pasqua che, quest’anno, cade il 5 aprile? Una buona idea potrebbe essere dedicare 3 giorni alla visita di una città italiana, optando così per un luogo che possa offrire diverse esperienze di viaggio: in questo modo, se il tempo promette bene si potrà organizzare una breve escursione per il giorno di Pasquetta, mentre se il meteo non è clemente, ci si potrà rifugiare in un interessante museo oppure dedicare un pomeriggio allo shopping più sfrenato.

E se si è in famiglia si visiteranno parchi, giardini e si faranno lunghe passeggiate all’aperto, mentre gli appassionati di arte opteranno per mostre e musei. Un esempio su tutti? Perugia, nel periodo Pasquale, è in grado di offrire tutto questo.

Il capoluogo umbro è infatti una città ricca di storia, dove poter trascorrere due o tre giorni all’insegna della cultura, della tradizione (anche culinaria) e dell’arte. A Pasqua Perugia, tra l’altro, può vantare un ricco calendario di eventi e manifestazioni (tra cui diverse Via Crucis nei quartieri più popolari e caratteristici). E se ciò non bastasse, ecco a voi la top ten dei luoghi più belli di Perugia, le attrattive che proprio non potete mancare in nessun modo!

Cattedrale di San Pietro che, naturalmente, nel periodo Pasquale assume una valenza ancor maggiore. La Chiesa, consacrata a San Pietro, contiene al suo interno affreschi di Guido Reni, del Perugino e del Guerricino.

Galleria Nazionale dell’Umbria: qui sono custoditi capolavori del Perugino, del Pinturicchio, di Piero della Francesca, Beato Angelico e molti altri. In più, ampio spazio dedicato ai tessuti umbri, all’oreficeria, alla topografia e alle ceramiche.

Fontana Maggiore: considerata non a caso il simbolo di Perugia, la fontana è stata costruita da Nicola e Giovanni Pisano. Soffermatevi ad osservare le formelle che contornano la struttura della fonte: raccontano una bellissima storia.

Rocca Paolina: è l’antica fortezza della città, costruita nella seconda metà del 1500 ed è tra l’altro citata da Giosuè Carducci nella poesia Il canto dell’amore.

Il centro storico di Perugia: qui il tempo sembra essersi fermato. Passeggiate adagio nelle viuzze, percorrete le brevi salite e le gradinate per scoprire scorci di un passato lontano.

Minimetrò: è uno dei mezzi pubblici più amati di Perugia. Per visitare la città, è consigliabile parcheggiare allo Stagio, dove si trova il capolinea del minimetrò. Da qui, in pochi minuti, si raggiunge il centro.

Fabbrica del cioccolato Perugina: i più golosi non potranno fare a meno di visitare la fabbrica della Perugina. Calcolate un paio d’ore per l’intera visita e, naturalmente, al termine potrete acquistare tutta la cioccolata che volete!

Arco d’Augusto: recentemente restaurato, è uno dei luoghi più affascinanti di Perugia. Ammirate il panorama circostante, a destra sorge l’antico acquedotto medievale, dalla parte opposta Porta Sole con il suo magnifico Belvedere.

Museo archeologico Nazionale dell’Umbria: qui sono custoditi numerosi reperti risalenti in particolare all’epoca etrusca. Volendo, si può visitare acquistando la Perugia Card per visitare le maggiori attrazioni della città.

Duomo di Perugia: risalente al XV secolo, presenta al suo interno la cappella dedicata al Sacro Anello, reliquia dello sposalizio della Vergine e Giuseppe. Imperdibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *