Home Blog Page 183

Il governo aiuta e supporta le start-up con il decreto Restart, Italia

palazzo chigi

palazzo chigiCon il termine start-up si intende il periodo di avvio di un’azienda: essa in un certo qual modo infatti può essere vista come la culla dei processi produttivi di un’impresa. La start-up rappresenta quindi un’azienda nascente che si sta avviando, con tutte le possibilità e le difficoltà che caratterizzano questo momento: sarà infatti fondamentale per una start-up pianificare strategie commerciali, stilare un dettagliatissimo business plan, basarsi su un’idea innovativa e vincente, trovare finanziamenti e ammortizzare i costi.

Il ministero dello sviluppo a fine del 2012 ha varato una norma che potesse agevolare le start-up  e che poi è entrata in vigore a fine 2013. Da una relazione stilata in Parlamento sui primi dati conseguenti da questa normativa il bilancio risulta abbastanza positivo.

Il decreto “Restart, Italia” infattti rende possibile diverse semplificazioni per le start-up come maggiore agilità nelle procedure burocratiche e la semplificazione fiscale.

È possibile osservare innanzitutto come questo tipo di aziende sia concentrato soprattutto al Nord (soprattutto lungo l’assse Torino-Milaano-Bologna), ma anche in Campania e Puglia ve ne sono diverse: Con rispettivamente 83 e 72 imprese start-up, queste aziende si collocano infatti in settima e decima posizione.

Certo, forse quella della start-up, può essere la fase più entusiasmante e anche la più critica della vita di un’azienda: tanti sono i progetti e le idee quanto i rischi connessi alle spese iniziali e alle incerte risposte del mercato.

Le start-up che sembrano avere più successo sono quelle che si muovono nell’ambito del web e della tecnologia. Il digitale è il settore che va per la maggiore forse poiché qui una buona idea può trasformarsi davvero in un business attraverso un network di condivisione e promozione orizzontale e meritocratico e con la possibilità di ridurre molti costi che invece interessano aziende che operano su prodotti più “fisici”.

Sono infatti tantissimi i giovani brillanti e ambiziosi che possono arrivare a fondare solide aziende partendo da una buona quanto vincente idea, e chissà un giorno potrebbero ritrovarsi ad essere grandi imprenditori. E dalla loro gli imprenditori già affermati spesso comprendono i potenziali della rete e delle start-up e vogliono confrontarvisi, come le ultime notizie su Francesco Corallo che è possibile leggere quotidianamente sul suo blog e sui social su cui è attivo, che possono essere di ispirazione ai giovani imprenditori.

In aiuto alle start-up e a questi giovani la manovra Restart, Italia ha varato dei contributi disponibili sotto forma di credito di imposta per l’assunzione di personale qualificato e la possibilità di introdurre flessibilità nei contratti a tempo determinato ed indeterminato.

Inoltre le start-up hanno la possibilità di accendere al Fondo Centrale di Garanzia in maniera semplificata: se un’azienda conduce un’attività ad alto potenziale di crescita, ma è considerata a rischio potrebbe trovare difficoltà ad ottenere finanziamenti dalle banche, ma il Fondo di Garanzia copre l”80% del rischio dell’operazione finanziaria.

Sono 40 le domande di intervento del fondo presentate fino ad ora per un ammontare di 6,2 milioni di credito.

Sgravi fiscali, finanziamenti, semplificazioni delle procedure burocratiche, agevolazioni per le assunzioni: insomma gli incentivi per le start-up varati dallo stato sembrano tantissimi, e chissà se non saranno proprio le start-up a far ripartire il nostro paese

“L’Amore è Tutto ciò di cui abbiamo bisogno”

coppia abbracciataL’amore è tutto ciò di cui abbiamo bisogno”, diceva una famosa canzone, racchiudendo in una sola frase la caratteristica che unisce uomini e donne e che ci spinge tutti verso un unico obiettivo. Prima o poi ognuno di noi sente il desiderio di trovare qualcuno con cui condividere le nostre giornate e la nostra vita, ma sempre più persone non sanno come raggiungere questo sogno: come incontrare la propria anima gemella? Forse per colpa di una vita sempre più ricca di impegni, sembra che il tempo non sia mai abbastanza e così anche chi decide di farsi aiutare da internet spesso non sa da dove iniziare: il primo punto di partenza è infatti molte volte un generico “cerco ragazza”.

Siamo sicuri che basti? È molto probabile che non sarà sufficiente, ma fortunatamente esiste qualcuno che può aiutarci: il sito www.AnnunciMatrimoniali.net dà la possibilità di presentarsi in modo più completo e di trovare la persona che stiamo cercando.
Tutti, arrivati ad un certo punto della propria vita, sentono il bisogno di una relazione seria, che possa portare ad una convivenza o anche al matrimonio: scrivere “cerco ragazza” non basta più, quindi, perché quello che si sta cercando ha bisogno di più parole per essere spiegato, e  AnnunciMatrimoniali.net può aiutarci a capire come fare.

Come funziona? È molto semplice! Dopo l’iscrizione al sito, potrete compilare il vostro profilo parlando di voi e scrivendo cosa cercate nella persona dei vostri sogni: non più, quindi, una richiesta di sole due parole come “cerco ragazza”, ma una vera e propria presentazione.
Una volta completata la prima parte, potrete rispondere ad un questionario grazie al quale saranno messi in luce i vostri hobby, i vostri interessi e ciò che desiderate trovare in un’altra persona. A questo punto il sito vi fornirà subito i profili a voi più affini: leggendo degli annunci matrimoniali come il vostro, potrete scrivere ad altre persone o essere contattati voi stessi.

Chi siete veramente e chi davvero state cercando saranno le informazioni con cui www.AnnunciMatrimoniali.net vi aiuterà a trovare il vero amore senza difficoltà: per ogni uomo che almeno una volta nella vita ha scritto “cerco ragazza” c’è una donna che lo sta aspettando e che allo stesso modo desidera trovare qualcuno da amare e da cui essere amata.
Quando vi iscriverete avrete già compiuto metà del lavoro: lasciate che AnnunciMatrimoniali.net faccia il resto!

Capalbio: località turistica da visitare

torre di buranaccio

torre di buranaccioCon l’avvicinarsi della bella stagione viene voglia di viaggiare ed andare alla ricerca di posti di vacanza italiani dove soggiornare, visitare nuovi luoghi, divertirsi e possibilmente spendere poco. Tra le tante località turistiche del Bel Paese, andiamo a segnalare una ridente ed affascinante cittadina della Toscana, Capalbio.

Capalbio è una invitante località turistica che si mette in mostra per la sua particolare bellezza e la sua strategica posizione. Si potranno trovare spiagge con mare pulito e limpido, mentre spostandoci nell’entroterra sarà possibile addentrarci nelle splendide campagne che circondano questa piccola perla della maremma toscana, senza dimenticare il caratteristico centro storico che risale all’epoca medievale.

Ecco una serie di motivi sul perché visitare Capalbio. Di seguito indichiamo anche alcuni consigli su come trovare facilmente offerte low cost per visitare Capalbio.

Per spendere poco, si suggerisce di non scegliere la vacanza nei periodi clou della stagione, ovvero i mesi di luglio ed agosto. Infatti concentrando la vacanza in qualunque altro periodo dell’anno, il risparmio potrà essere notevole.

Oggi con la crisi che ha colpito il nostro paese, i prezzi in realtà sono più bassi rispetto al passato, ed anche in quelle strutture che mantengono tariffe più elevate, è possibile chiedere se sono previsti degli sconti promozionali, ovvero giorni in cui sarà possibile soggiornare a prezzi ribassati.

La scelta di Capalbio è senza dubbio oggi una delle migliori possibili nell’ampio panorama  italiano, sia per quanto riguarda il posto incantevole della cittadina e dei suoi dintorni, che per quanto concerne i prezzi, che si mantengono sempre su livelli molto buoni e concorrenziali. Senza dimenticare la grande ospitalità della gente del posto, pronta a farci trascorrere giornate in pieno relax.

Bar Refaeli e lo spot tv: troppo sexy per la prima serata

bar-refaeli-pubblicità

bar-refaeli-pubblicitàBar Refaeli è una modella israeliana, nota in italia soprattutto per la sua relazione (ormai definitivamente chiusa) con Leonardo Di Caprio. Tuttavia, la splendida modella è stata in Italia lo scorso anno per scendere la famosa scalinata del Festival di Sanremo. Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, in quell’occasione, hanno giocato con la splendida modella.

In questi ultimi giorni, però, Bar è al centro di una polemica non indifferente nel suo paese: lo spot che la modella ha girato per un noto marchio di intimo, è stato giudicato troppo spinto e sexy. Niente prima serata, quindi, per lo spot televisivo della Refaeli, ma l’autorizzazione a mandarlo in onda solo dopo le 22.

C’è da dire che Bar Refaeli ha già avuto problemi nel suo stesso paese: nel 2007, la modella è stata coinvolta in una polemica con il giornale israeliano Yedioth Ahronoth. Di fatto, secondo quanto riportato dalle pagine del magazine, la modella esultava nel non aver preso parte al servizio militare in Israele (obbligatorio sia per le donne che per gli uomini), in quanto ne aveva tratto solo grandi vantaggi. La polemica, però, scoppiò in seguito ad una determinata frase: Bar dichiarò di preferire la vita newyorkese alla morte per il proprio paese. Quest’ultima dichiarazione venne contestata dalla stessa modella, che querelò il giornale. Fortunatamente, la vicenda si concluse con un niente di fatto per entrambe le parti.

Il nuovo spot televisivo della modella, però, questa volta è stato giudicato troppo spinto per i canoni israeliani. Nelle poche sequenze girate, si vede un cartone animato sognare di vivere un’esperienza sessuale (e di vita coniugale) con tre donne (tutte identificate in Bar). Le scene incriminate non sono state censurate, ma lo spot potrà andare in onda solo dopo le 22.

Ovviamente, questo tipo di censura non ha fatto altro che aumentare l’interesse verso lo spot incriminato, eleggendo ad icona sexy (se questo non fosse stati fatto) la stessa Bar Refaeli.

Perché la deumidificazione è indispensabile per le piscine interne?

piscina di lusso

piscina di lussoLe piscine interne hanno un fascino e una comodità d’utilizzo che le rendono uniche. Il fatto di poter godere per tutto l’anno di una piscina nell’intimità delle mura di casa è un piacere per cui si è disposti a fare un investimento e tanti lavori. Ormai, grazie alle nuove tecniche di costruzione e a materiali di ultima generazione, anche le piscine interne sono diventate versatili e adattabili a diversi tipi di spazi. Inoltre, sono sempre gli ultimi processi di costruzione che hanno reso i prezzi contenuti e accessibili ad un pubblico più ampio. Così, molti proprietari di casa e molti condomini hanno deciso di dotarsene.

Le piscine interne, però, sono anche molto delicate e richiedono una manutenzione e una pulizia particolarmente accurate. Proprio perché situate all’interno dell’ambiente abitativo, le cure necessarie sono maggiori rispetto a quelle delle piscine esterne. Uno degli aspetti fondamentali che non possono essere trascurati è la deumidificazione dello spazio che ospita la vasca.

L’importanza di deumidificare l’ambiente che accoglie una piscina interna

È una questione di salute prima di tutto. Affinché la piscina sia veramente un luogo dedicato al benessere e al divertimento, l’ambiente deve essere salubre e igienico. Per questo la deumidificazione dell’aria è tanto importante!

Nei luoghi in cui una certa quantità d’acqua resta al chiuso è inevitabile che l’umidità superi il livello ottimale. Il tasso di umidità elevato può:

  • Essere causa della formazione di muffe e funghi;
  • Provocare l’insorgere di cattivi odori;
  • Provocare il deterioramento dei materiali e la corrosione degli stessi;
  • Rendere antigenica la tua vasca.

Se l’insorgere di questi problemi non viene fermato per tempo, a lungo andare, i danni si aggravano fino a richiedere interventi drastici e manutenzioni straordinarie, come risanamenti profondi, ricambio materiali piscina e chiusura crepe.

L’impianto di deumidificazione

L’impianto di deumidificazione diventa essenziale per chi possiede una piscina interna. Grazie ad esso, l’aria umida viene aspirata da una ventola e mandata ad un circuito refrigerante per far si che il vapore in eccesso si condensi e venga eliminato in un apposito serbatoio di raccolta. Successivamente, l’aria privata dell’acqua viene reimmessa nel locale.

I nuovi deumidificatori riescono a percepire l’umidità presente nell’aria e ad agire di conseguenza. Quindi, nel momento in cui il livello di umidità è ottimale si spengono, per riaccendersi solo quando l’umidità risale di nuovo. In questo modo, non solo i valori sono sempre tenuti sotto controllo, ma è possibile anche un grande risparmio di energia elettrica. Molti modelli di deumidificazione, poi, sono anche in grado di filtrare l’aria per un ricircolo pulito e igienico.

I valori ottimali

Per creare un ambiente ottimale, è necessario controllare sia la temperatura dell’acqua, sia quella dell’aria, oltre al suo grado di umidità. I deumidificatori, di solito, sono dotati di display ad hoc che mostrano i diversi parametri.

I valori giusti si aggirano tra:

  • i 26° e i 30° per quanto riguarda la temperatura dell’acqua;
  • il 60 ed il 70% per quanto concerne l’umidità relativa dell’aria;
  • la temperatura aria deve essere almeno uguale a quella dell’acqua;

Ricordati che per poter godere al meglio della tua piscina, la salubrità e l’igiene dell’ambiente circostante sono fondamentali.

 

Come si ottiene il whisky

Il whisky è una delle bevande più popolari al mondo, apprezzata per un sapore e un carattere unico. Ma cos'è che rende questo distillato...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi