Home Blog Page 184

Cura per la alopecia androgenetica

L’alopecia androgenetica consiste in una forma di calvizie molto comune, questa malattia colpisce sia persone di sesso maschile che di sesso femminile ma la sua comparsa è più frequente negli uomini.

Questa patologia può manifestarsi già nel corso dell’adolescenza ed il rischio di contrarre la alopecia androgenetica aumenta sempre di più con l’avanzare dell’età. Ci sono vari fattori, sia genetici che ambientali, che concorrono nello sviluppo di questa forma di alopecia.

Alopecia

Nel corso di vari studi è emerso che la comparsa della malattia è legata agli ormoni androgeni, ad uno in particolare, il diidrotestosterone, tutti questi ormoni sono molto importanti per lo sviluppo maschile e femminile ed hanno funzioni essenziali per la crescita dei capelli, questa inizia sottopelle, all’interno dei follicoli.

Ogni capello ha un periodo di crescita compreso tra i 2 ed i 6 anni, terminata questa fase il capello si assesta in una fase di riposo e successivamente cade, dopo la caduta il ciclo di produzione inizia di nuovo ed il follicolo produce un nuovo capello. Se aumenta il livello di androgeni nel follicolo la ricrescita inizia a rallentare e col tempo si ferma del tutto dando vita alla calvizie.

L’alopecia androgenetica può essere curata con dei farmaci oppure ricorrendo alla tecnica chirurgica del trapianto.

In commercio si trovano vari medicinali che aiutano a rallentare e bloccare la caduta dei capelli ma, tali farmaci, non possono invertire il processo. Una di queste medicine è la finasteride, si tratta di una sostanza che viene utilizzata anche per altre patologie, come ad esempio l’ipertrofia prostatica benigna, in tal caso le dosi da assumere si aggirano intorno ai 5 mg, invece, per curare la calvizie basta una dose ridotta di questo farmaco, 1 mg circa.

Una delle conseguenze negative di questa cura è che, nel momento in cui si decide di interrompere l’assunzione del farmaco, i capelli iniziano a cadere ancora ed altre terapie non sarebbero altrettanto efficaci.

Alcuni effetti collaterali di questa terapia farmacologica possono essere:

– abbassamento del livello di spermatozoi al’interno del liquido seminale;

– calo del desiderio sessuale.

Tali effetti sono poco frequenti e, nel caso si presentino, si possono risolvere non assumendo più il medicinale.

Un altro farmaco che è possibile assumere è il minoxidil, utilizzato anche per la cura dell’ipertensione, questo medicinale va applicato localmente, come lozione ed il suo compito è stimolare l’attività del bulbo pilifero. Anche questo farmaco, se sospeso, riporta il cuoio capelluto allo stato di calvizie in cui si trovava prima di iniziare la cura.

I possibili effetti collaterali di tale terapia sono:

– arrossamenti

– ipotensione

– infiammazioni

– prurito

L’unica alternativa valida alla terapia farmacologica consiste nell’autotrapianto, con il quale si riescono ad ottenere notevoli risultati nell’80% dei casi.

Curiamo la candida

La candida è un fungo che insieme ad altri parassiti si trovano nel nostro organismo.

Se il nostro fisico ha subito una forte livellamento del sistema immunitario come una lunga cura di antibiotici , la candida potrebbe sviluppare un’infezione.

Molte donne nel corso della propria vita hanno avuto un’infezione vaginale dovuta alla Candida.

Si manifesta con sensazioni di prurito e bruciore con secrezioni vaginali biancastre.

Non attacca solo i genitali può attaccare altre sedi cutanee come mani e piedi e bocca.

La candida che si sviluppa in bocca è molto frequente nei bambini trai i 3 e i 9 anni si presentano come bolle bianche intorno alla bocca e sulla lingua ed è detta anche mughetto.

La candidosi è un’infezione contagiosa, infatti può essere trasmessa durante rapporti sessuali, ma si può trasmettere anche se non si hanno rapporti sessuali.

La candida si può sviluppare in tutte le donne fertili con una vita sessuale attiva. Anche nelle ragazze in pubertà prima del ciclo mestruale possono avere degli episodi .

Esistono numerosissimi modi di curare la candida con una terapia locale con ovuli antifungini, creme vaginali o lavande a base di antimicotici (clotrimazolo, miconazolo, econazolo), da protrarsi per un periodo variabile da tre a sette giorni.

Questa cura è utile solo nei casi poco aggressivi, infatti nelle donne recidive ( quando l’infezione è cronica).Per curare la candida recidiva si fa uso di antimicotici via orale.

I tempi di guarigione dipendono da persona a persona molti casi sono recidivi, ma se presa in tempo la candida nel giro di poche settimane andrà via.

Limitando i dolci ed evitando spray intimi e lavande, indossare biancheria di cotone, con queste piccole attenzioni si può prevenire la candida. Naturalmente anche in questo caso il fattore psicologico gioca un ruolo importante come in ogni altra malattia o infezione.

Stare bene con noi stessi è il primo passo per stare bene anche con il nostro fisico.

Pneumatici invernali Marshal: i due top gamma

Il mercato degli pneumatici auto ha visto ampliare sempre di più i propri orizzonti: fatta eccezione per quanto riguarda i marchi leader che esistono ormai da diversi anni a questa parte, infatti, da ogni parte del mondo sembrano spuntar fuori nuove compagnie pronte ad avventurarsi in questo particolare segmento di mercato. 

Un esempio tra tanti è quello di Marshal, la cui storia ventennale ed i suoi prodotti venduti in tutto il mondo lo rendono via via più conosciuto. Nello specifico, Germania, Australia e Italia sono i luoghi all’interno dei quali il marchio sembra essersi consolidato, e dove sembra abbia iniziato a diffondersi a macchia d’olio.

 

Pneumatici

Anche se la sua patria numero uno è indubbiamente quella del Regno Unito: luogo nel quale si sviluppa e prende forma, e dove gode di un’importante partnership con il grossista Bond International. Grazie agli accordi stretti con questo rivenditore, Marshal ha di fatto potuto affermarsi nel mercato di riferimento, superare la concorrenza e rendersi un marchio amico di commercianti ed automobilisti. 

D’altronde i suoi prodotti coprono diversi tipi di esigenze, offrendo soluzioni performanti e tecnologie all’avanguardia tanto per le comuni autovetture quanto per i camion pesanti. Inoltre, la sua offerta commerciale spazia dai prodotti multistagionali agli invernali fino agli estivi, rendendosi versatile a qualunque tipo di stagione! 

Marshal… d’inverno! – Ebbene, proprio per testimoniare l’adattabilità del brand andiamo ad illustrare quelle che sono le sue principali proposte per quanto riguarda gli pneumatici invernali Marshal.

In questo angolo di mercato trova così spazio Marshal KC15, uno pneumatico pensato principalmente per i moderni e potenti SUV. Caratterizzato da un disegno asimmetrico del battistrada, è in grado di offrire un’ottima trazione, una stabilità di tutto effetto, ed un’impeccabile maneggevolezza. Interessante è inoltre il suo comportamento su neve e ghiaccio: grazie alla forma dei blocchi e alla lamellatura a zig zag, KC 15 sembra non risentire affatto di queste condizioni meteorologiche avverse.

Altro prodotto che vuole occupare un ruolo nei mesi più freddi dell’anno è il cosiddetto I’Zen KW 15, uno pneumatico invernale asimmetrico ad alte prestazioni. Dalla sua troviamo una capacità di frenata impeccabile, un elevato comfort di guida ed una forte resistenza a qualsiasi tipo di asfalto. 

E per quanto riguarda i prezzi? Tranquilli, anche in questo caso Marshal rimarrà al nostro fianco proponendoci soluzioni di qualità a costi piuttosto contenuti!

Oggi le Visure arrivano direttamente sul proprio smartphone

L’evoluzione dei new media permette di ottenere addirittura documenti come le visure, grazie alla creazione di una app specifica, questa è scaricabile dal Play Store del proprio telefono ed è molto  utile se servono informazioni per acquisti personali oppure se si lavora adoperando tali documenti. Infatti grazie a questa utile app made in Italy detta Visereasy, che ci consente di poter acquisire e visualizzare le visure catastali e i dati del PRA,  è possibile domandare e scaricare in tempo reale i modelli per visure, rimunerando con carta di credito il prezzo immesso nel listino che ovviamente è possibile vagliare prima del pagamento.

 

La ricerca può essere attuata  attraverso l’inserimento del codice fiscale, dei dati catastali o  anche con la partita iva.  Le visure, generalmente, possono essere chieste da persone fisiche e da privati o comunque da professionisti del settore e anche da chiunque voglia avere notizie sull’immobile che desidera comprare.

Le visure scaricabili attraverso questa app dal proprio smartphone sono:

–          Le visure ipotecarie,  non possono essere realizzate con un’unica analisi a livello nazionale ma è necessario eseguire un’ispezione presso ogni singola Conservatoria. Questa visura  può avvenire  sia su un soggetto che su uno stabile.

–          La visura camerale si scinde in due catalogazioni, quella ordinaria e quella storica. È un documento  in carta semplice che contiene i dati legali di una azienda.

–          La visura PRA (info qui), può essere utile nel momento in cui si vogliono informazioni concernenti i dati identificativi di un mezzo di trasporto, come: il marchio, il telaio, la targa, la cilindrata, il modello e l’anno di immatricolazione, oltre ai dati del proprietario e garanzie e doveri.  Si può  di richiedere una Visura PRA sia per targa che per nominativo; in quest’ultimo caso è considerevole indicare il  codice fiscale o la partita iva dell’impresa o anche della persona fisica, con  l’intento  di dare un termine del numero delle probabili omonimie.

–          La visura catastale da l’opportunità di procurarsi: la mappa catastale, le planimetrie, gli atti di rinnovamento catastale e i dati di reddito dei beni immobili e dei terreni per  il pagamento dell’ IMU.

Come mantenere l’abbronzatura anche dopo l’estate

Al termine della bella stagione si cerca spesso, in ogni modo, di mantenere ancora per pochi mesi il bell’aspetto regalatoci dall’abbronzatura e dal relax delle ferie, insomma si cerca di dedicarsi il più possibile alla propria bellezza.

Fortunatamente quel triste pallore tipico dell’inverno può ancora attendere poiché basta seguire solo pochi e semplici consigli che permettono di conservare la tintarella presa durante le vacanze e che rende la pelle molto più luminosa e bella.

Sono veramente  semplicissimi passaggi da seguire e che sfruttano le capacità naturali di sostanze facilmente reperibili in casa e che vi aiuteranno a prolungare gli effetti del sole sulla vostra pelle.

Ecco alcuni punti da seguire con molta attenzione.

abbronzatura

1-      È di fondamentale importanza curare molto bene l’alimentazione, infatti non tutti sanno che mangiare in maniera sana aiuta a mantenere la belle ben idratata ed elastica; molta acqua, frutta e verdura non devono assolutamente mancare e in tal modo si eviteranno macchie della pelle e secchezza.

2-      Sarebbe meglio evitare di fare il bagno o la doccia a temperature troppo alte poiché l’acqua molto calda tende a far desquamare la pelle, è quindi ottimale utilizzare l’acqua tiepida ed in seguito, applicare su tutto il corpo una crema o un olio idratante. Ricordate che i bagnoschiuma troppo aggressivi favoriscono l’eliminazione dell’abbronzatura e che il calcare contenuto nell’acqua è estremamente disidratante.

3-      Cercate di evitare di sfregare la pelle con l’asciugamano, ma tamponatevi in modo da non agevolare la perdita del colorito; se nel caso notate macchie e desquamazione della vostra pelle, è importante effettuare un gommage su tutto il corpo per circa due volte a settimana e così riuscirete ad uniformare il vostro colorito.

4-      L’applicazione della crema idratante deve diventare un’abitudine da adottare anche per tutto l’anno in modo che la nostra pelle risulti sempre idratata e sana. È possibile usare anche l’olio di karitè da applicare dopo la doccia e che può essere molto utile per mantenere perfetta l’abbronzatura.

5-      I profumi è meglio evitarli completamente poiché essendo a base di alcool tendono ad inaridire la pelle  e inoltre può accadere che  possono creare delle macchie epiteliali.

1 betotal_immuno_protect

Vendita di farmaci online: come funziona e cosa si deve sapere

Con la forte crescita degli acquisti online, per la maggior parte dovuta alla pandemia di covid 19, anche l’acquisto di farmaci online ha subito...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi