Home Blog

Disdire un contratto? Non è sempre facile come sembra

3 signature-962355_960_720

Disdire un contratto, che sia esso di telefonia, fornitura energetica o di qualsiasi altro servizio, è un’azione che teoricamente rientra a pieno tra i diritti del cliente. Eppure il lockdown ha dimostrato come la disdetta non sia sempre resa facile dalle aziende che tentano di trattenere clienti con clausole vessatorie di difficile comprensione per le persone. È per questo che Disdette360 fornisce guide, consigli e suggerimenti per far valere il proprio diritto di recedere da un contratto quando si presentano le condizioni per farlo.

Lockdown e disdette

La questione delle disdette, dei recessi e dei rimborsi è stata acuita dal lockdown che ci ha imposto di rimandare viaggi, cerimonie e persino abbonamenti in palestra. Per questo le persone si sono affollate presso le associazioni di tutela dei consumatori per ottenere spiegazioni e supporto in materia di disdetta. La questione è stata portata anche sui media nazionali che hanno cercato di far luce sul mondo dei voucher e dei buoni scosso concessi pur di non perdere un cliente in più.

In realtà basterebbe aver chiari quali sono i termini concessi dalla legge. Per esempio la disdetta non può avvenire in qualsiasi momento a fronte di un contratto perché essa è uno strumento con cui si impedisce che lo stesso venga rinnovato tacitamente oltre la sua scadenza. La disdetta manifesta la nostra volontà di sciogliere il legame contrattuale evitando il tacito rinnovo. Questo significa che non si può interrompere un contratto durante la sua durata.

Le garanzie a tutela dei consumatori

Ovviamente ci sono garanzie anche per i consumatori che possono annullare un contratto anticipatamente qualora si presenti la giusta causa, ovvero quando il contraente non rispetta gli accordi di fornitura del bene o del servizio. Per esempio se hai attivato un’offerta internet ma la copertura e la velocità di connessione sono inferiori a quelle promesse in sede contrattuale è tuo diritto tirarti indietro. Ti avvisiamo, tuttavia, che non è sempre così facile. Difatti la questione si è presentata per alcuni grandi network di centri fitness che per poter riaprire dopo il lockdown hanno dovuto ridurre notevolmente il servizio offerto ai clienti. Per questo in molti si sono risentiti di dover pagare una quota d’abbonamento per usufruire di un servizio limitato e hanno tentato la via della rescissione per giusta causa senza risultati.

Una strada irta di incertezze

Il punto è che le persone ritengono che la rescissione per giusta causa sia una via certa ma non è affatto così. Il problema risiede proprio nel fatto che si tratta di un recesso che può sempre essere contestato dall’altra parte e quindi la risoluzione suggerita sarà sempre negoziale, ovvero affidata alla ricerca di un compromesso soddisfacente per entrambe le parti. Quindi non esistono motivi per cui si possa certamente recedere da un contratto anticipatamente per cui, di volta in volta, è necessario valutare se le motivazioni costituiscano giusta causa per entrambe le parti. È chiaro che in questo periodo sarà più difficile ottenere ragioni ma è anche vero che se si è nel giusto, non c’è opposizione da temere.

Olio extravergine d’oliva italiano: come riconoscerlo

5 oil-3112195_960_720

Come leggere l’etichetta dell’olio extravergine d’oliva italiano? I consumatori di oggi sono sempre più attenti all’etichetta dei prodotti e a ciò che mangiano e a ciò che utilizzano in cucina. Per questo è diventato un aspetto prioritario quello di conoscere la provenienza dei prodotti e, pertanto, preferire quelli a filiera corta.

Cuccia per cane coibentata: cos’è e come funziona?

dog-3800815_960_720

Hai mai sentito parlare di una cuccia coibentata? Si tratta di una cuccia da esterno che assicura il giusto clima interno a qualsiasi condizione climatica esterna. Per questo sono cucce pensate per i cani che vivono fuori casa, magari in un giardino o in uno spazio aperto consono. In questo articolo ti spieghiamo tutto quello che c’è da sapere per scegliere una buona cuccia per cane coibentata

I batteri nasali aiutano a contenere la sinusite

I “batteri amici” del genere Lactobacillus, noti per avere effetti benefici nell’intestino, nel tratto genitale e nella pelle, dove proteggono dalle infezioni e modificano le risposte immunitarie, possono avere effetti benefici anche contro la sinusite.

I lattobacilli sono batteri a forma di bastoncello che fermentano lo zucchero, producendo acido lattico come sottoprodotto, che può inibire la crescita di altri microrganismi. Questo tipo di batteri di solito preferisce crescere in condizioni di assenza di ossigeno o di piccole quantità. Poco si sa, tuttavia, sui potenziali benefici dei lattobacilli che vivono nei nostri nasi.

Dolcificante: fa più bene o male?

sugar-973899_960_720

C’è chi prende il caffè rigorosamente amaro e chi invece preferisce ammorbidire il gusto amaro con un cucchiaino di zucchero. Eppure, il problema della dieta diventa fondamentale.

3 signature-962355_960_720

Disdire un contratto? Non è sempre facile come sembra

Disdire un contratto, che sia esso di telefonia, fornitura energetica o di qualsiasi altro servizio, è un’azione che teoricamente rientra a pieno tra i...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi