Meglio acquistare una casa nuova o da ristrutturare?

casa

 

casaScegliere tra una casa appena costruita o più vecchia da ristrutturare non è semplice. Tendenzialmente si opta per la seconda via per risparmiare, ma anche per dare alla casa un tocco personale. In un’abitazione appena terminata invece è raro che si intervenga su serramenti o pavimenti, si ci deve un po’ accontentare di quello che è stato il gusto dell’architetto.

Ma come possiamo farci un’idea precisa della spesa che dovremmo sostenere acquistando una casa da ristrutturare? Il risparmio al momento è palese, ma è necessario essere coscienti anche delle spese future.

Innanzitutto direi di non escludere nulla durante le visite alle case in vendita, e infine ridurre la decisione alla scelta tra la miglior casa nuova e la casa usata con più potenzialità.

Quando si visitano delle case vecchie ci vuole un po’ di fantasia per immaginare come saranno rimesse a lucido, con un bagno nuovo, le pareti tinteggiate, un bagno moderno, qualche cartongesso, ecc..

Vediamo assieme come preventivare i costi, per una scelta consapevole.

Oltre al lato estetico è fondamentale valutare lo stato degli impianti, che devono essere conformi alle normative vigenti.

La cosa migliore da fare è affidarsi ad un’impresa specializzata che stili una prima perizia e dia un’idea generale degli interventi da effettuare.

Poi quello che vorrete aggiungere sarà un plus, corrispondente solo alle vostre esigenze e al vostro budget. Ad esempio se fosse necessaria la ripavimentazione, i costi varieranno anche dal tipo di materiale che sceglierete.

Ma generalmente vi basterà avere un elenco complessivo delle opere e dei tempi dei lavori.

Ad esempio per ristrutturare casa a Milano i costi al mq di Ristrutturazione Low Cost sono davvero competitivi, inoltre il preventivo è gratuito.

Un’ultima cosa da considerare è la classe energetica. Uno stabile nuovo probabilmente è stato costruito con accorgimenti moderni per il risparmio energetico, visionate comunque l’Attestato di Prestazione Energetica.

Nel caso dell’usato è bene invece far inserire nel preventivo anche questo tipo di interventi, per non trovarvi poi con elevate spese di riscaldamento e raffreddamento dovute alla dispersione.

Informatevi anche sulle detrazioni, da qualche anno opere di ristrutturazione e arredamento sono agevolate da grossi incentivi. È importante quindi sapere quanto costerà ma anche quanto recupererete in detrazioni fiscali.

Quando avrete tutte le cifre davanti starà solo a voi valutare quale è la casa che fa per voi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *