Il Mutuo ristrutturazione casa

casa

Il mutuo è un prestito di somme cospicue, che il debitore può restituire in tempi molto lunghi, con tassi di interesse decisamente bassi. Il tipo di mutuo più classico è quello per l’acquisto di un’abitazione, molti non sanno che si può ricorrere a questo tipo di finanziamento anche quando si intende ristrutturare la casa.

Come funziona

Quando si richiede un prestito immobiliare per l’acquisto della casa è necessario presentare una serie di documenti che specificano l’abitazione che si intende acquistare e tutte le sue caratteristiche. Nel caso in cui il mutuo sia richiesto per la ristrutturazione della casa di proprietà è invece necessario presentare in banca tutta la documentazione che comprova la tipologia di interventi che si intendono effettuare. Non intendiamo qui riportare una vera e propria guida al mutuo ristrutturazione casa, ma almeno chiarire cosa aspetta il futuro richiedente di questo tipo di prestito, compresi i suoi diritti e le agevolazioni.

La documentazione

La ristrutturazione di un’abitazione può essere effettuata per due motivi: la manutenzione ordinaria ripristina quegli impianti che sono stati usurati dal tempo; si tratta in genere di opere di piccola entità, ma chiaramente dipende dallo stato di conservazione dell’abitazione. La manutenzione straordinaria invece riguarda parti comunque limitate della casa, di cui però si effettuano modifiche sostanziali, ad esempio spostando muri di suddivisione delle stanze o modificando le facciate o il giardino. Nel caso di manutenzione ordinaria la legge non richiede alcun tipo di comunicazione al Comune o agli organi competenti. Nel caso invece della manutenzione straordinaria è invece obbligatorio presentare un progetto edilizio, che necessità di un’approvazione da parte del comune e di un dichiarazione di Inizio Lavori debitamente compilata e firmata da un professionista abilitato.

La richiesta del mutuo

Per poter ottenere un mutuo per la ristrutturazione della casa, indipendentemente che si intendano effettuare opere di manutenzione ordinaria o straordinaria, o che si voglia modificare ampiamente l’abitazione, è necessario presentare all’Istituto di Credito la documentazione che dichiara il tipo di lavori che si intendono effettuare e il preventivo per tutte le opere che saranno compiute. Inoltre la banca richiede in genere anche la presentazione della DIA o di altre eventuali autorizzazioni da parte del comune, con le ricevute dei versamenti dei contributi obbligatori in questi casi.

Le agevolazioni

Anche nel caso di mutui per la ristrutturazione della casa si gode delle agevolazioni che permettono di detrarre il 19% degli interessi e degli oneri accessori dall’IRPEF da parte dell’intestatario del mutuo. Se si tratta di mutui cointestati a due o più persone, la detrazione va suddivisa equamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *