Emorroidi: il controllo medico come viene effettuato?

Si parla di crisi da emorroidi intendendo il peggioramento dei sintomi dovuti al rigonfiamento delle vene del retto anale e zona circostante. La sensazione riportata dai pazienti è di forte dolore e sensazione di pesantezza soprattutto durante i movimenti intestinali. Il sanguinamento è uno degli effetti della patologia da emorroidi e il medico interviene chirurgicamente quando vi è un edema troppo spesso e un’emorragia che mette in pericolo l’equilibrio biofisico del paziente.

Emorroidi esterne

Emorroidi

Come avviene il controllo medico per le emorroidi? Il dottore ispeziona visivamente l’ano e le pieghe circostanti, ovvero la zona perianale. Questa osservazione identifica il grado di rigonfiamento, lo stato del prolasso e la gravità della trombosi emorroidaria. L’esame medico delle emorroidi avviene in due posizioni del paziente, o a carponi o sdraiato lateralmente con le ginocchia incrociate al petto, questa posizione serve a rilassare i muscoli dell’ano perché il medico deve controllare lo stato della pelle, le pieghe e il rigonfiamento.

Solo così può vedere lo stato di salute delle nostre emorroidi. Se l’osservazione fisica non è sufficiente, si effettua un esame rettale digitale, ovvero il controllo manuale con dito coperto da guanto e lubrificato. Serve a verificare l’ascesso e la tipologia per non confonderla con altre patologie ben più gravi, come tumori o noduli. Il DRE può anche rilevare alcune complicazioni di emorroidi, come un restringimento del canale anale o ragade anale (lesione crepa o superficiale del canale). Infine, la DRE permette al medico di misurare il tono muscolare dell’ano.

Per l’esame medico delle emorroidi viene usato anche uno strumento detto anoscopio, un tubo trasparente con terminale che serve a controllare l’interno dell’ano senza danneggiare il retto. Questo strumento, grazie ad un gioco di luce, permette di analizzare il rivestimento del canale anale e identificare così lo stato delle emorroidi: posizione alta o bassa, stadio di sviluppo, la presenza o assenza di infiammazione, ecc. L’uso dell’anascopio non richiede anestesia o preparazione speciale, come può avvenire con l’intervento chirurgico. Ultimamente sembra esserci in rete un rimedio naturale che dicono funzioni, ecco il sito mai più emorroidi, lo avete provato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *