Il Milan di Inzaghi

pippo inzaghi

pippo inzaghiIl Milan da qualche settimana aveva già deciso di affidare la squadra al tecnico della primavera, Pippo Inzaghi, e provare a trovare una soluzione contrattuale con Clarence Seedorf.

Purtroppo con l’olandese la società rossonera non è riuscita a trovare alcun accordo, e pertanto all’ex tecnico dovrà sborsare, fino al 2016, ben 10 milioni di euro lordi.

Filippo Inzaghi ha accettato un compenso di molto inferiore a quelli erogati negli ultimi tempi in casa Milan, “accontentandosi” di 700mila euro a stagione.

Inzaghi comunque ha già le idee chiare sul futuro della squadra. Vuole tenere, possibilmente, tutti gli italiani: Abbiati, Montolivo, Pazzini, Poli, De Sciglio, Abate, El Shaarawy. In dubbio Kakà che piace al San Paolo e che perciò potrebbe fare le valigie.

Capitolo Super Mario Balotelli: è noto che ormai non piace al patron Silvio Berlusconi, ed in caso di buone offerte potrebbe essere messo sul mercato.

Addio certo invece per Robinho, Emanuelson ed Essien (per informazioni sul calciomercato Milan visita questa risorsa interessante).

Per quanto riguarda il capitolo acquisti, Super Pippo in questi giorni ha chiesto a Galliani se era possibile arrivare al forte centrocampista Iturbe del Verona. Servono però almeno 25 milioni di euro, ed il paraguaiano è inoltre seguito da molte squadre, Roma e Real Madrid in testa. Difficile ma non impossibile.

Si riparte comunque da Alex e Menez, nuovi colpi a parametro zero di Galliani, provenienti entrambi dal Paris Saint Germain.

Manca la punta centrale, il giocatore che possa garantire un elevato numero di goal. Tutte le strade portano al croato del Bayern Monaco, Mandzukic, in rotta di collisione con il club tedesco e pronto a vestire la casacca rossonera.

Una cosa è certa: il nuovo Milan di ‘SuperPippo’ Inzaghi sta già prendendo forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *